14
Mar
2016
8

Adrenalina per via inalatoria nell’asma?

 

L’adrenalina per via inalatoria ha un ruolo nella terapia dell’asma acuto del paziente adulto?

Benché ci siano innumerevoli studi sull’adrenalina per via aerosolica, il primo risalente addirittura al 1934 [1], il suo impiego nei pronto soccorso italiani è piuttosto eterogeneo, essendo considerata utile solo da una parte minoritaria di medici.

 

Epidaropak

 

Letteratura

Nei pazienti pediatrici e adulti con asma moderato-grave 2 mg di adrenalina per via aerosolica presentano un’efficacia equivalente a 5 mg di salbutamolo (20 gtt) [2], in assenza di effetti collaterali significativi [3].

L’equivalente effiacia è confermata in altri studi, tuttavia l’effetto broncodilatatorio del salbutamolo è più duraturo [4].

Benché nell’asma grave l’adrenalina nebulizzata presenti la stessa efficacia e lo stesso profilo di sicurezza della terbutalina, non è stato osservato un effetto sinergico adoperando adrenalina e terbutalina insieme [5].

Nei pazienti con una grave ostruzione delle vie aeree (picco di flusso espiratorio <25% del predetto) la via sottocutanea è superiore alla via aerosolica, mentre nei pazienti con asma lieve-moderato le due vie si equivalgono come efficacia, con un vantaggio della via aerosolica in termini di sicurezza.

 

20120319172524

 

Linee guida

Japanese Guideline for Adult Asthma: L’adrenalina per via aerosolica non viene contemplata. Gli autori suggeriscono di ricorrere all’adrenalina per via sottocutanea (0.1-0.3 ml di adrenalina allo 0,1%, da ripetere ogni 20-30 minuti) quando i beta2 agonisti inalatori non hanno assicurato un risultato soddisfacente. Raccomandano ovviamente uno stretto monitoraggio per il rischio di aritmie. Tra le controindicazioni citano l’aterosclerosi, l’ipertiroidismo, il diabete mellito, il glaucoma, le aritmie e le psicosi [7].

British guideline on the management of asthma: Nessuna menzione dell’adrenalina [8].

Global INitiative for Asthma: Nessuna menzione dell’adrenalina [9]. 

Canadian Medical Association – Management of acute asthma in adults in the emergency department: nonventilatory management: La somministrazione per via intramuscolare o sottocutanea di adrenalina (in alternativa al salbutamolo per via endovenosa) dovrebbe essere riservata ai pazienti in cui non è possibile adoperare o non è stata efficace la terapia con broncodilatatori per via aerosolica. I pazienti che sopravvivono a un episodio di asma quasi fatale devono essere studiati approfonditamente e essere forniti dell’adrenalina autoiniettabile. Via aerosolica non menzionata [10].

American Thoracic Society  – Managing Asthma Exacerbations in the Emergency Department: Se nelle gravi esacerbazioni non è possibile ricorrere alla terapia con beta2-agonisti si può optare per l’adrenalina (0,3-0,5 mg ogni 20 minuti per una massimo di tre volte) o la terbutalina per via sottocutanea. Via aerosolica non menzionata [11].

 

 

Bibliografia

[1] Alberto Hurtado and Nolan L. Kaltreider. Stuides of total pulmonary capacity and its subdivisions. VII. Observations during the acute respiratory distress of bronchial asthma and following the administration of epinephrine. J Clin Invest. 1934 Nov; 13(6): 1053–1062.

[2] Rodrigo GJ et al. Comparison between nebulized adrenaline and beta2 agonists for the treatment of acute asthma. A meta-analysis of randomized trials. Am J Emerg Med. 2006 Mar,24(2):217-22.

[3] Zeggwagh  AA etl a.Comparative efficiency of nebulized adrenaline and salbutamol in severe acute asthma. A randomized, controlled prospective study. Ann Fr Anesth Reanim. 2002 Nov;21(9):703-9.

[4] Elatrous S. et  al.  Dose-effect of adrenaline nebulization in asthma: comparative study with salbutamol. Rev. Pneumol Clin. 1997;53(4):187-91.

[5] Adoun M et al. Comparison of nebulized epinephrine and terbutaline in patients with acute severe asthma: a controlled trial. J Crit Care 2004 Jun;19(2):99-102.

[6] Pliss LB et al. Aerosol vs injected epinephrine in acute asthma. Ann Emeg Med 1981 Jul;10(7):353-5.

[7] Ken Ohta et al. Japanese Guideline for Adult Asthma. Allergology International Vol 60, No2, 2011

[8] British Thoracic Society Scottish Intercollegiate Guidelines Network. British guideline on the management of asthma. Quick Reference Guide. Revised October 2014

[9] Global INitiative for Asthma – Pocket guide for health professionals – Uptated 2015

[10] Rick Hodder et al. Management of acute asthma in adults in the emergency department: nonventilatory management. Review. CMAJ • FEBRUARY 9, 2010 • 182(2)

[11] Carlos A. Camargo et al. Managing Asthma Exacerbations in the Emergency Department Summary of the National Asthma Education and Prevention Program Expert Panel Report 3 Guidelines for the Management of Asthma Exacerbations.  Proceedings of the American Thoracic Society Vol 6 2009

 

8

Potresti anche essere interessato a

Lidocaina per aerosol
panacea
Una panacea esiste ?
PARAMEDIC2: Adrenalina vs. Placebo nell’Arresto Cardiaco extra-ospedaliero
Terapia dell’asma in gravidanza

Lascia un commento

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

EMPills newsletter
Leggi gli ultimi post pubblicati sul blog
Rispettiamo la tua privacy