sabato 6 Marzo 2021

Ancora sui presidi sovraglottici

Chi mi conosce sa quanto preferisca l’uso dei presidi sovraglottici al tubo endotracheale. I motivi sono semplici: il primo è facile da usare, non richiede infatti una particolare destrezza ed è rapido.Non è infatti necessario interrompere la rianimazione se non per pochissimo. Il secondo,. inutile nasconderlo, per noi medici di pronto soccorso è sicuramente uno strumento più ostico da padroneggiare avendo peraltro poche occasioni di utilizzarlo nella nostra attività quotidiana..
Di questo abbiamo già parlato nel post de L’intubatore occasionale

E’ quindi con grande interesse che ho letto l’articolo recentemente pubblicato su Critical Care dal titolo: “Comparson of supraglottic airway versus endotracheal intubation for the pre-hospital treatment of out-of-hospital cardiac arrest “
Lo studio è stato condotto in Giappone nel distretto di Osaka e ha messo a confronto i due dispositivi in pazienti con arresto cardiaco non traumatico extraospedaliero.
L’end point primario era rappresentato dalla sopravvivenza ad un mese senza sequele neurologiche.
Tra gli oltre 7500 pazienti con arresto cardiaco non traumatico testimoniato, sono stati trattati da tecnici dell’emergenza giapponesi 5377 con una gestione avanzata delle vie aeree, di cui 3698 con presidi sovraglottici, e 1679 con intubazione endotracheale.
Alla fine dello studio che è durato dal 1gennaio 2005 al 31dicembre 2008( precisione giapponese!), i due presidi hanno ottenuto lo stesso risultato rispetto all’end point primario.
Scontato che il tempo necessario al posizionamento del tubo endotracheale fosse stato maggiore e che una gestione avanzata precoce delle vie aeree fosse associata ad un migliore outcome.
Non voglio convincere nessuno, ma credo che valga la pena di provare anche perché, come più volte ribadito, i presidi sovraglottici hanno ormai un ruolo ben definito negli algoritmi ALS

Carlo D'Apuzzo
Ideatore e coordinatore di questo blog | Medico d'urgenza in quiescenza | Former consultant in Acute Medicine | Specialista in medicina interna indirizzo medicina d’urgenza e in malattie dell’apparato respiratorio | #FOAMed supporter | @empillsdoc

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dal nostro archivio

I più commentati