venerdì 24 Maggio 2024

Come ridurre una pronazione dolorosa?

Una delle cause di accesso in pronto soccorso di bambini è sempre più di frequente la pronazione dolorosa.

La  pronazione dolorosa non è altro che  fuoriuscita non totale e per un tempo definito ed abbastanza breve della parte prossimale del radio nella parte del capitello dal legamento anulare che lo tiene legato all’osso controlaterale, l’ulna, dovuta all’improvviso movimento di  trazione e di semi rotazione verso l’interno del braccio da parte dell’accompagnatore che involontariamente ” strattona ” l’arto.

Ciò avviene, in maniera del tutto involontaria, quando si “tira” per un braccio un bambino e lui vi si oppone creando una contrapposizione di forze che vede, per ovvi motivi, la vostra avere la meglio ed esercitare la maggior trazione sulla struttura ossea. Normalmente i piccoli arrivano in PS con la mano del lato interessato in posizione di flessione ed il braccino flesso in posizione antalgica.

che fare ??

La manovra utilizzata nel più dei casi  consiste nel prendere  con la mano  il polso del bimbo e tenere  fermo il gomito con l’altra mano. Si deve quindi trazione  l’avambraccio con la mano destra e al contempo cercare di ruotarlo verso l’esterno (supinazione) mentre con la  mano sinistra si stara’ contestualmente esercitando trazione e  pressione sul capitello radiale. A questo punto esercitare una flessione  dell’ avambraccio sul braccio fino alla spalla e mantenere  la posizione per qualche minuto. Se la manovra è riuscita, il bambino riprenderà a muovere l’arto superiore.

 *( cit. dal sito atlantemedicina.wordpress.com. )

… ma c’è un modo più semplice: la tecnica di BEK !!

COS’E’ ? : La tecnica di BEK è una manovra semplificata che riduce il numero di gesti da far compiere al piccolo paziente rendendo quasi immediata la riduzione della pronazione.

In pratica si passa dall’esecuzione della manovra sovradescritta

ad una semplice e veloce iperpronazione dell’arto interessato

questo consente, distraendo il piccolo paziente, di ridurre al minimo il tempo di manipolazione e di ridurre il più velocemente possibile la sub lussazione.

La percentuale di riuscita della riduzione è pari al 94% contro il 69% di quella ottenuta con la tecnica di prono supinazione. Uno studio di comparazione riportato da PUBMED “iperpronazione VS prono supinazione” ha concluso con una maggiore efficacia della prima sulla seconda.

e torna il sorriso !!!

REFERENZE:

 D. Bek, C. Yildiz, O. Köse, A. Sehirlioğlu, and M. Başbozkurt, “Pronation versus supination maneuvers for the reduction of ‘pulled elbow’: a randomized clinical trial.”, European journal of emergency medicine : official journal of the European Society for Emergency Medicine, 2009 ; atlantemedicina.wordpress.com.

Felice Arcamone
Felice Arcamone
Emergency Triage Nurse U.O. Pronto Soccorso A.O.R. S. Carlo – Potenza – Appassionato di semeiotica e di cardio aritmologia, @felixarcamone

5 Commenti

  1. Ammetto che avevo sempre adottato la tecnica della ipersupinazione (una decina di casi, 100% di successi)…nel caso, proverò la iperpronazione, soprattutto sembra meno dolorosa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dal nostro archivio

I più letti