5
Gen
2018
8
bump_car

Conosci il sintomo del dosso?

Pasquale è un giovane venticinquenne senza particolari problemi di salute in anamnesi. Si presenta un pomeriggio in pronto soccorso a causa di un intenso dolore in fossa iliaca destra.

Arriva in ambulatorio in carrozzina accompagnato dal fratello. E’ sofferente. La prima domanda che gli faccio è ” Come è venuto in ospedale?”

Infermiera e tirocinante mi guardano interrogativi, pensando che il super lavoro di questi giorni mi abbia dato alla testa.

Proseguo” E’ venuto in macchina? E’ passato su qualche dosso per rallentare il traffico? Il dolore in quell’occasione è aumentato?”

La risposta è affermativa in tutti e tre casi.

A questo punto mi rivolgo ai miei compagni di lavoro e al paziente: Le probabilità che abbia un’appendicite acuta sono elevate.

Iniziamo a visitarlo…

 

Speed bumps pain

Ho scoperto il sintomo del dosso alcuni anni fa, quando gli amici Ciro Paolillo e Ilenia Spallino avevano pubblicato sul loro sito l’analisi della Likelihood Ratio (LR) dello studio alla base di questo banale quanto illuminante dato aamnestico:  How have you come to the hospital?

Vediamo meglio di cosa si tratta.

 

appendicitis

 

Lo studio

Nel 2012 sul BMJ è stato pubblicato uno studio dal titolo: Pain over speed bumps in diagnosis of acute appendicitis: diagnostic accuracy study.

Con l’obiettivo di valutare l’accuratezza diagnostica del sintomo dolore evocato dal passaggio sopra un dosso di rallentamento stradale per la diagnosi di appendicite, è stato somministrato un questionario prospettico a 101 pazienti nell setting di una secondary care surgical assessment unit di un ospedale generale del Regno Unito.

I pazienti avevano unìeta compresa tra 17 e 76 anni

La diagnosi di appendicite veniva eseguita mediante l’esame istologico del pezzo operatorio.

Vennero così calcolati: sensbiltà, speificità, valore predittivo positivo(VPP) e negativo(VPN) , likelihood ratio positivo (LR+) e negativo (LR-).

 

Risultati

Dei 64 pazienti giunti in ospedale passando  con un veicolo sopra un dosso di rallentamento stradale, 34 ebbero una diagnosi confermata istologicamente di appendicite acuta.

In 33 di essi il sintomo del dosso era risultato poitivo con un incremento della sintomatologia dolorosa addominale.

La sensibilità fudel  97% (95% confidence interval 85% to 100%), e la specificità del 30% (15% to 49%).

Il VPP 61% (47% to 74%) e il VPN 90% (56% to 100%).  La LR+  1.4 (1.1 to 1.8) e la LR- 0.1 (0.0 to 0.7).

Paragonati ad altri segni come la migrazione del dolore e la manovra del rimbalzo questo sintomo presentava una migliore sensibilità e un maggiore LR-

 

speed_bump_LR

 

 

Conclusioni

Le conclusioni degli autori sono in accordo con i risultati. Il dolore addominale  evocato dal passaggio sopra un dosso di rallentamento con un veicolo aumenta la probabilità di appendicite.

Inserire questa domanda nell’anamnesi di pazienti con sospetta appendicite acuta può essere di aiuto alla valutazione clinica di questi pazienti.

 

Considerazioni personali

Non possiamo certo dire di avere scoperto l’acqua calda.

Questo piccolo studio, pur nella sua semplicità e con le sue limitazioni, rafforza l’importanza dell’anamnesi come potente strumento utile alla diagnosi, spesso più di tanti esami strumentali o di laboratorio.

Ricordiamoci poi che, visti i valori di sensibilità e LR-, il sintomo del dosso è utile soprattutto quando è negativo.

Superfluo dire che Pasquale di lì a poco è andato in sala operatoria per una appendicite acuta.

 

8

5 Commenti

  1. Anna Realdi

    C’è anche il Tallon test che ho visto fare spesso in pediatria. Fai saltare giù dal lettino a piedi uniti e se la manovra evoca dolore…. credo sia analoga a questa.

  2. Anna e Giampaolo grazie del vostro commento. Sono molti i segni, evocati dal medico, compresi quelli citati, che possono aiutare a fare una diagnosi di appendicite o a escluderla. Come sappiamo l’ultima pqarola spetta al chirurgo, che raramente si basa solo su uno di essi.

  3. Rivadox

    Conoscevo la manovra di Markle e un pò meno lo “speed bump” (ma ignoravo che il valore predittivo negativo fosse così marcato). Ricordo peraltro di aver visto all’opera qualche chirurgo nello scuotere il lettino del paziente per vedere confermati i propri sospetti diagnostici. Poi, fortunatamente, si è diffuso l’uso dell’ecografo … Ne approfitto per confermare che gli argomenti del blog sono sempre interessanti. Grazie per l’impegno.

Lascia un commento

EMPills newsletter
Leggi gli ultimi post pubblicati sul blog
Rispettiamo la tua privacy