12
Mag
2016
10
colica renale

Il miglior analgesico per la colica renale? Intramuscolare!

La colica renale è descritta come uno dei dolori peggiori che una persona possa sperimentare. Il dolore lancinante nei pazienti che si presentano in Pronto Soccorso con colica renale richiede un’analgesia efficace e tempestiva ma non è ancora chiaro quale sia il miglior trattamento analgesico iniziale.

Uno studio pubblicato qualche settimana fa su Lancet, mi ha lasciato a bocca aperta.

OBIETTIVO

Qual è il farmaco e la via di somministrazione migliore nel trattamento della colica renale?

 

METODI

Lo studio controllato, randomizzato, in doppio cieco ha coinvolto 1.645 pazienti con colica renale e dolore NRS > 4 (scala da 0 nessun dolore a 10 peggior dolore)

Gli autori dello studio hanno confrontato l’efficacia della somministrazione di: Diclofenac IM (75 mg / 3 ml di iniezione), paracetamolo EV (1 g / 100 ml oltre 3-5 minuti), e morfina EV (0,1 mg / kg più di 2-5 minuti) nel raggiungere una rapida riduzione del dolore.

 

RISULTATI

La riduzione del dolore di almeno il 50% dell’ NRS iniziale a 30 minuti dopo il trattamento è stata ottenuta nel 68% dei pazienti nel gruppo Diclofenac per via intramuscolare, 66% nel gruppo Paracetamolo endovenoso e 61% nel gruppo Morfina endovenosa(p = 0,041).

Il Diclofenac per via intramuscolare si è dimostrato essere del 35% più efficace della Morfina (p = 0,0187), che non era più efficace del Paracetamolo.

Tra i partecipanti con calcolo ureterale visualizzabile in imaging, sia il Diclofenac che il Paracetamolo sono risultati significativamente migliori rispetto alla morfina nel fornire sollievo dal dolore da colica renale.

intramuscolo

RECIDIVA DEL DOLORE

I pazienti che richiedevano dopo la prima somministrazione di analgesico un’ulteriore dose di farmaco erano nel 12% con Diclofenac, 20 % Paracetamolo e 23% Morfina

 

EVENTI AVVERSI

Gli eventi avversi sono risultati significativamente meno frequenti dopo la somministrazione di Diclofenac (p = 0,0088) e Paracetamolo (p = 0,0175), rispetto alla Morfina.

 

CONCLUSIONI

Secondo gli autori del suddetto studio l’analgesia più efficace in Pronto Soccorso per il trattamento della colica renale è la via intramuscolare (IM) con Diclofenac e non per via endovenosa (EV) con Morfina.

Il fatto che un FANS intramuscolare sia stato più veloce e più efficace di un oppiaceo endovenoso è contrario all’ortodossia clinica. Inoltre, la Morfina è apparsa ancor meno efficace del Paracetamolo.

Gli autori sostengono che gli oppioidi per via endovenosa non devono essere più considerati i farmaci di prima linea per la gestione del dolore da colica renale. La Morfina dovrebbe essere utilizzata solo come un analgesico di soccorso dopo il trattamento iniziale con FANS o nei pazienti con controindicazioni ai FANS.

 

Considerando le caratteristiche del Pronto Soccorso, effettuare un’analgesia intramuscolare può essere più conveniente per la gestione iniziale del dolore. Questo studio dovrebbe farci considerare approcci alternativi per altre sindromi dolorose acute in PS, come la lombalgia o piccoli traumi.

 

In conclusione, lo studio di Pathan SA, stabilisce che i farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) possono essere una valida opzione di trattamento per i pazienti che si presentano al Pronto Soccorso con colica renale.

BIBLIOGRAFIA

Pathan SA, et al. ”Delivering safe and effective analgesia for management of renal colic in the emergency department: a double-blind, multigroup, randomised controlled trial.” Lancet. 2016 Mar 15 [Epub ahead of print]

 

10

Potresti anche essere interessato a

Blocco Serrato
Eclettica Lidocaina
light-bulb-current-light-glow
Paracetamolo: meglio per os?
no_dolore
Manovra di Giordano: pura cattiveria

7 Commenti

  1. Chiara

    Mi stupiscono molto i risultati di questo studio!
    chissà se lo avessero fatto contro fentanyl invece che contro morfina….

  2. stella

    Sono una paziente allergica ai fans , paracetamolo , acido salicilico , e in ps non volevano intervenire per alleviare il dolore colica renale , un inferno , sono intervenuti dopo ore e svariate vomitate , con bentelan e contramal im . Niente accadeva ne in bene ne male ,poi un dot (compassionevole) mi pratica morfina iv in boli , solo a quel punto ( ricovero obbligato )….il mio dolore si è allontanato e con esso anche l’ansia del ricovero .

  3. Alessandro Riccardi

    Vincenzo, complimenti per il post. Il dolore severo si tratta con l’oppiaceo… ma c’è una importante eccezione, ed il dolore severo della colica renale, che risponde meglio al FANS perché non agisce solo come analgesico ma come elemento curativo, perché la sua azione antiprostaglandinica riduce lo spasmo ureterale, responsabile del dolore colico

  4. Giulio

    La mia esperienza conferma l’efficacia dei FANS e del Diclofenac in particolare nel trattamento della colica renale. Lo studio in questo caso metteva necessariamente a confronto un farmaco, Diclofenac, che non può essere somministrato iv, con farmaci che ammettono questa via di somministrazione. Probabilmente un confronto con Ketorolac iv avrebbe dato risultati anche migliori a favore del FANS

  5. caso clinico di 2 gg orsono:
    verosimile colica urinaria:
    alla Tc con contrasto grosso urinoma con calcolo a valle
    quindi sala operatoria per drenaggio.

    penso che i reni del paziente abbiamo ringraziato per la santa morfina.

    saluti!

    c.

  6. La colica renale è sicuramente un argomento che attira molto la nostra attenzione e, ovviamente, la discussione. Usavo il diclofenac im e, inorridete, spesso associato a del Buscopan venti anni or sono. A quel tempo ero anche solito “irrigare” il decorso cutaneo dell’uretere con un fine getto di cloruro di etile. Entrambi i trattamenti, devo ammettere, funzionavano in gran parte dei pazienti. Niente di nuovo sotto il sole, quindi.
    Il mio atteggiamento attuale è in po’ cambiato e dipende dall’intensità della sintomatologia dolorosa. Dolore lieve moderato ketorolac 30m mg portata a 10 cc di soluzione fisiologico di cui pratico 4 cc ( il ketorolac da 10 mg costa di più del 30 mg) https://www.empillsblog.com/ketoralac-20-mg-di-troppo/. In caso di dolore severo associo Fentanyl 1 fl in fis 100 e più recentemente preferisco a quest’ultimo la Morfina 0,1 mg kg ( in genere 4 mg sono sufficienti) il cui effetto analgesico dura più a lungo
    So di fare irritare i cultori dell’EBM , ma questo studio mi sembra lontano dal mondo reale. In genere non pratichiamo la morfina ai pazienti con NRS di 4, né questo farmaco penso possa rappresentare la prima scelta in tutti pazienti con colica renale Come sempre credo vada usato il buon senso e come ci ha suggerito in un precedente commento una paziente la morfina non vada mai lesinata se il dolore non è controllato.

  7. luigi guardati

    voltaren 1 f im+ perfalgan 1 fiala ev. se anticoagulato, evito terapia im e pratico toradol 30 mg ev+ perfalgan 1 f ev. se continua il dolore, morfina 10 mg in 100 sf. mi pare che l’associazione fans+paracetamolo dia discreti risultati.

Lascia un commento

EMPills newsletter
Leggi gli ultimi post pubblicati sul blog
Rispettiamo la tua privacy