sabato 29 Gennaio 2022

Med Apps per chi lavora in emergenza

giorgiogaber_1In più occasioni e da più persone mi è stato chiesto di fare un post sulle applicazioni per smartphone e tablet utili a chi lavora nell’ambito della medicina d’emergenza. Personalmente credo che sia difficile dare consigli e che in questo ambito molto dipenda dalle abitudini e dai gusti personali, cerchero di limitare il discorso a  dove poter trovare le applicazioni che vi servono o che potrebbero interessarmi. Diciamo poi che on sempre abbiamo voglia di approfondire temi pregnanti della medicina d’urgenza, considerate questo quindi, come direbbe Giorgio Gaber,  come un post di “alleggerimento”

La diffusione di questi strumenti che possono aiutare i professionisti della salute ma anche i pazienti è andata via via crescendo tanto che sia la FDA che l’ACEP hanno deciso di occuparsi del problema

http://www.fda.gov/medicaldevices/productsandmedicalprocedures/connectedhealth/mobilemedicalapplications/default.htm

ACEP

http://www.acep.org/Clinical—Practice-Management/iPhone-Apps-for-the-Emergency-Physician/

Ci sono diversi siti specializzati e anche alcuni blog che si occupano dell’argomento, diamoci uno sguardo.

Cominciamo da IMedicalApps

Possiamo scegliere oltre ovviamente a secondo dello smartphone o del tablet che utilizziamo anche il tipo di applicazione e la specializzazione: nel nostro caso Emergency Medicine ovviamente

IMedicalApps

Un altro sito cme internetmedicine.com propone la sua lista di apps da non perdere

Esiste poi uanche un Journal in cui gli stessi utilizzatori fungono da revisori e dove si possono trovare centinaia di applicazioni mediche recensite  http://medicalappjournal.com/  http://medicalappjournal.com/medicalblog/

httpvh://www.youtube.com/watch?v=N_rHXLb7E94

Quando si parla di applicazioni ovviamente non si può non parlare di iTunes

iTunes - Med-Apps

 

Anche alcuni blog e siti web si sono occupati del ruolo delle med apps nella pratica clinica e non solo

Su iTunes docenti possono creare e condividere corsi on line. Per la medicina d’urgenza non c’è molto, ma vale la pena di dare uno sguardo a  iTunes U

iTunes U

Queste alcune delle applicazioni invece che personalmente utilizzo più di frequente

  • MedCalc  un calcolatore preziosissimo  su cui possiamo trovare numerosi e utili score

MedCalc

Per un breve ripasso dell’ecografia in emergenza:

one minute ultrasound 

 one-minute-ultrasound

Sempre in ambito ecografico da scaricare senza dubbio la recente e gratuita applicazione ACEP su EFAST al momento purtroppo solo per Ipad

EFAST- ultrasound-ebook

Per la diagnostica per immagini Radiopaedia

Radiopaedia

Per leggere la letteratura “in tempo reale”… Read

Read-.Med App

e  gli articoli dell’ultimo numero del New England, anche senza essere abbonati NEJM This Week

NEJM-this-week

Scendendo nel pratico ABG evaluation è una guida semplice e automatica all’interpretazione dell’emogasanalisi

ABG- evaluation

ovviamente i possessori di un tablet o smartphone con sistema operativo Android posso utilizzare l’applicazione del collega Stefano Ramilli di medicinaurgena.it  EGAPro

EGA-Ramilli

Una guida all’uso del Warfarin secondo le ultime linee guida ACCP

Warfarin-use-guide

ER.res come dice la pubblicità la medicina d’emergenza nel palmo della vostra mano

ER-res

Potrei andare ancora avanti citando ebook come il Tintinalli o il Sanford, applicazione per sentire i nostri podcast preferiti o un evedence-based point of care come Dynamed , o altri portale di riferimento come medscape o epocarates, ma credo che rischieri di annoiarvi, o forse l’ho già fatto…

Concludere dicendo che l’uso di questi strumenti è diventato indispensabile mi sembra superfluo e scontato. La loro diffusione non è però cosi capillare come potrebbe sembrare.Vedo infatti  ancora infatti molti studenti e colleghi aggirarsi nei nostri ospedali  muniti del buon vecchio taccuino, apparentemente per niente interessati alle nuove tecnologie applicate alla medicina. La mia stampella mnemonica cartacea costruita in anni di studio e che mi ha accompagnato fedele nella mia attività di tutti i giorni è relegata in un cassetto della scrivania di casa da molto tempo. Non nego però che a volte la rimpiango. In estrema sintesi credo che nel nostro lavoro quello che conta non sia sapere, visto che non possiamo sapere tutto, ma sapere dove cercare e farlo su tablet e smartphone è enormemente più semplice e produttivo. Come sempre interessato al vostro punto di vista.

Carlo D'Apuzzo
Ideatore e coordinatore di questo blog | Medico d'urgenza in quiescenza | Former consultant in Acute Medicine | Specialista in medicina interna indirizzo medicina d’urgenza e in malattie dell’apparato respiratorio | #FOAMed supporter | @empillsdoc

4 Commenti

  1. Ciao, grazie per il nuovo post che, come al solito, trovo interessantissimo.

    Anche nella mia esperienza l’utilizzo di app e in generale dell’informatizzazione è ben al di sotto del livello che ci si aspetterebbe “a naso”. Io personalmente porto con me anche la Moleskine usurata e amorevolmente compilata nel tempo, ma in effetti più per feticcio che per reale utilizzo rispetto allo smartphone.

    Aggiungerei tre app italiane per gli utilizzatori iOS:

    . iFarmaci che è il prontuario più aggiornato, ha una utilissima funzione di “match” delle interazioni farmacologiche note ed è molto scrupoloso nell’aspetto “burocratico” della prescrizione come fascia, note, limitazioni alla prescrizione e via dicendo…

    . MediMath è una app semplice che raccoglie molte delle formule comunemente utilizzate in clinica (dal BMI al calcolo del deficit di sodio, al GCS, Wells e così via…) e permette anche di calcolarle

    . FarmUrgenza è una app ancora più semplice, una piccola raccolta dei farmaci di utilizzo in area critica che permette il calcolo immediato del rate di infusione su pompa o infusore e ne facilita la preparazione, riducendo molto gli errori “umani” del classico calcolo a foglio&matita che spesso, nella concitazione, può essere sbagliato

    Bernardo

  2. Le applicazioni mediche sono ovviamente molto utili, le utilizzo quotidianamente.
    Ma io vorrei dare una chiave di lettura differente.

    Perché non essere in grado di “auto” prodursi le proprie applicazioni?

    Esempio1
    in commercio, che sappia, non esiste una applicazione sul “Winthrop-University Hospital Infection Disease Division’s Point System for Diagnosing Legionnaires Disease in Adults” ( un sistema di punteggio per valutare la probabilità che una polmonite sia determinata dalla legionella), ammesso che sia utile.

    Esempio2
    volete farvi un programma sulla sepsi e lo shock settico strutturato così:
    -definizioni (infezione, batteriemia, sirs etc etc)
    -Gestione iniziale
    -Antibiotico Terapia
    – Supporto emodinamico
    – Steroidi
    -utility ( (per esempio score clinici, Calcolatori dosaggi ( dopa, dobutamina, noradrenalina))
    -eventuali link a pagine web…o twitter, sms ( con il numero di cell del vostro rianimatore-infettivologo-Intensivista di fiducia, scherzo..)

    Sarebbe così difficile avere il proprio personalissimo score sul nostro smartphone?
    Dipende…
    Se uno possiede un Iphone e non sa nulla di programmazione allora è meglio lasciare stare ( sono comunque disposto a spiegare come fare a grandi linee) , se invece uno possiede un sistema android le cose si fanno più semplici ( per modo di dire).

    Fare un giro sul sito del MIT ( ai2.appinventor.mit.edu/‎ ) non costa nulla per farsi una idea….basta non farsi spaventare

    Quanto tempo ci vuole per produrre il vostro Legionella calculator?
    Dipende… ( ops ancora un dipende..) io ci ho messo una sera ( ma provengo da una relativamente recente realizzazione di software per iphone ( molto Easy, nulla di trascendentale) per cui non faccio testo ). Dipende dal vostro feeling con semplici concetti di programmazione ( se non si hanno la vedo dura). So che la Medicina sta all’ informatica come……

    PS il vantaggio della “auto”produzione e che se li avete fatti voi riflettono la vostra indole, il vostro modus operandi e se avete fatto attenzione sono anche più affidabili di software di 3 parti ( nelle Urgenze-Emergenze uso quasi esclusivamente il mio programma ( non in commercio) sui farmaci e sui protocolli di terapia, se ho bisogno di un rapido “ rinfresco della mente” ).

    PS2
    il legionella calculator e il programma sulla sepsi sono stati i due progetti con cui ho iniziato a lavorare con appinventor2 ( da circa 10-15 gg prima nn sapevo manco che esistesse)

    saluti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dal nostro archivio

I più letti