mercoledì 24 Febbraio 2021

Mini-midline

I MINI-MIDLINE (detti anche cannule periferiche lunghe) sono cateteri venosi di 8-10 cm, posizionabili sia su vene superficiali direttamente, sia su vene profonde con tecnica eco guidata.

Il loro nome deriva dal fatto che sono caratterizzati da una lunghezza intermedia tra le classiche agocannule periferiche e i midline veri e propri.

Midline e mini-midline sono accessi periferici a tutti gli effetti, e condividono la indicazioni infusionali con le agocannule venose. Il vantaggio è che la lunghezza li rende più stabili e duraturi, azzerrando il rischio di stravaso. Inoltre vengono generalmente posizionati in vene profonde, non danneggiate da precedenti tentativi di incannulamento.

Le indicazioni principali sono:

  • terapie infusionali > 6 giorni
  • necessità di eseguire prelievi giornalmente
  • pazienti con scarso patrimonio venoso
  • non necessità di posizionare un catetere venoso centrale

Molti saranno delusi e sorpresi nel sapere che la vita media di un’agocannula periferica è di 1-3 giorni.

Questo implica che un paziente ricoverato per 14 giorni verrà punto, nella migliore delle ipotesi, almeno 5 volte.

Se poi il paziente appartiene alla categoria dei “DIVA” (difficult intravenous access patient, in parole povere il paziente con “brutte vene”) il numero di tentativi sarà decisamente superiore.

Il rischio è quello di esaurire il patrimonio venoso, trovandosi in difficoltà in corso di emergenza. Favorendo inoltre flebiti, ematomi e stravasi.

Invece la vita media di un minimidline è di 7-10 giorni, a seconda delle diverse casistiche. Se ben gestito può durare fino a 20 giorni. Generalmente, quantomeno all’inizio, permette anche di aspirare sangue per gli esami.

I siti preferiti per l’incannulamento venoso ecoguidato sono le vene del braccio, in particolare la basilica, la brachiale e la cefalica. Tuttavia qualsiasi vena, superficiale o profonda, può essere una candidata.

La agocannule periferiche posizionate con ecoguida in vene profonde, tipicamente nella basilica, sono sicuramente utili in urgenza, ma sono gravate da un alto tasso di rapido sposizionamento.

Questo perché esclusivamente l’estremità dell’agocannula si troverà all’interno della vena, e la contrazione dei muscoli può facilmente dislocarla. Lo stravaso in questa sede inoltre può essere riconosciuto tardivamente.

In questi casi, andando a toccare un elemento prezioso del patrimonio venoso, si potrebbe considerare di posizionare un mini-midline sin dal pronto soccorso

In ogni caso, per stabilizzare gli accessi venosi periferici ricordiamoci della possibilità di usare la colla.

Mini-midline in difficult intravenous access patients in emergency department: A Prospective analysis

Questo studio pubblicato su Journal of Vascular Access ha arruolato 50 pazienti, identificati sin dal pronto soccorso come “DIVA” (difficult intravenous access patients), dopo due tentativi falliti di posizionare un accesso venoso periferico.

Con un tempo medio d’inserzione di 10 minuti è stato posizionato il minimidline in pronto soccorso.

Il tempo di permanenza dell’accesso è stato di 7-10 giorni.

Tecnica d’inserimento

Conclusioni

  • Di fronte a un paziente con vene difficili, per cui prospettiamo almeno una settimana di ricovero, se abbiamo dieci minuti di tempo pensiamo al posizionamento di un minimidline. Contribuiremo dal PS ad evitargli flebiti, ematomi e multipli tentativi di incannulamento.
  • Se cerchiamo una vena profonda con l’ecografo meglio posizionare un minimidline, rispetto a un’agocannula che avrà vita breve.

Bibliografia

Gilardi E. et al. Mini-midline in difficult intravenous access patients in emergency department: A prospective analysis. J Vasc Access 2020 Jul;21(4):449-455.

Journal of Infusion Nursing. Infusion Therapy Standard of Practice. Supplement to January/February 2016

Post scritto in collaborazione con: Emanuele Gilardi, specialista in Medicina d’emergenza-urgenza, Pronto Soccorso e Covid Center Campus Bio-Medico di Roma.

Articolo precedenteFratturato
Articolo successivoTre storie pre COVID
Tommaso Grandi
Pronto Soccorso e Medicina d'Urgenza Campus Bio-Medico di Roma - Specialista in Medicina d'Emergenza-Urgenza @TommasoGrandi84

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dal nostro archivio

I più commentati