28
Lug
2011
1

Presidi sovraglottici


La gestione delle vie aeree rappresenta uno degli skills fondamentali ed al tempo stesso più difficili da acquisire per il medico d’urgenza. Sto parlando ovviamente dell’intubazione tracheale.

La difficoltà è legata, più che alla tecnica in sé, alla scarsità del numero di procedure che siamo soliti praticare in ospedale.
Di come riuscire ad ottimizzare questa procedura parlerò in un altro post . Oggi voglio approfondire l’argomento dei presidi sovraglottici.
Le linee guida sulla rianimazione cardiopolmonare 2010 hanno ancora di più enfatizzato la necessità di ridurre al minimo le interruzioni del massaggio cardiaco per cui a meno che di essere un “intubatore” esperto è consigliato l’uso dei presidi sovraglottici.
Questi sono sostanzialmente rappresentati da maschera laringea, tubo laringeo e combitube. Ognuno di essi ha vantaggi e svantaggi ma in comune hanno un’impressionante facilità d’uso e consentono di interrompere la rianimazione solo per pochi secondi.
Nascono in Inghilterra come presidi da sola operatoria dove vengono ancora molto utilizzati però il loro uso si sta estendendo, proprio grazie alle nuove linee guida, anche al di fuori di essa . So che molti anestesisti ed anche qualche medico d’urgenza storce ancora il naso e preferisce “il tubo”per ottenere una via aeree sicura e definitiva . Questo può essere razionale sopratutto sul territorio ma negli altri casi deve essere considerato solo dopo aver ottenuto il return of spontaneus circulation (ROSC).
Nei video della settimana troverete sopratutto il tubo laringeo . E’ una scelta “casalinga” perché è il presidio che si è scelto di utilizzare nel nostro dipartimento di emergenza. anche se penso che quello maggiormente utilizzato  nel mondo sia la maschera

1

Potresti anche essere interessato a

Una rianimazione evidence-based dell’arresto cardiaco – Parte prima
Compressioni meccaniche vs compressioni manuali nell’arresto cardiaco
ECG nel post arresto: cosa ci dice?
Ancora sui presidi sovraglottici

Lascia un commento

EMPills newsletter
Leggi gli ultimi post pubblicati sul blog
Rispettiamo la tua privacy