lunedì 15 Luglio 2024

Vertigine posizionale: diagnosi e terapia

I pazienti che si presentano in pronto soccorso a causa di una sintomatologia vertiginosa ci danno spesso dei problemi. Sono in genere molto sofferenti e la loro valutazione talvolta  non è agevole. Anche il ricorso agli specialisti non è sempre di aiuto

Non è infrequente infatti,sentirsi dire dal neurologo “fai vedere il paziente all’otorino la vertigine non è di natura centrale” ed ovviamente viceversa se è l’otorino il primo ad essere interpellato. Capire se la vertigine è centrale o periferica rappresenta per l’appunto l’elemento critico. Per chi volesse rinfrescarsi la memoria sull’esame obiettivo cerebellare può dare uno sguardo a  Stanford 25
Bisogna però tenere a mente che la forma più comune di vertigine è quella posizionale.La diagnosi è semplice e sopratutto per la terapia non abbiamo bisogno che delle nostre…mani

 

Sto parlando del Test di Dix Hallpike e della  manovra liberatoria secondo Epley

Sia il video che l’immagine tratta da JAMA sono molto istruttivi
In pochi minuti possiamo far diagnosi e sopratutto nettamente migliorare se non far regredire completamente la vertigine . Il tutto senza dover ricorrere ad inutili fleboclisi
Non è comune vederla eseguire in pronto soccorso ma vi assicuro da grandi soddisfazioni a noi e soprattutto ai nostri pazienti.

 
Carlo D'Apuzzo
Carlo D'Apuzzo
Ideatore e coordinatore di questo blog | Medico d'urgenza in quiescenza | Former consultant in Acute Medicine | Specialista in medicina interna indirizzo medicina d’urgenza e in malattie dell’apparato respiratorio | #FOAMed supporter

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dal nostro archivio

I più letti